“UNA SCUOLA DI TUTTI E PER TUTTI!!!”

“Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi
Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”

 

La Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 “Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi
Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica” sancisce il diritto per tutti gli alunni che
presentano Bisogni Educativi Speciali ad avere accesso a una didattica individualizzata e personalizzata, così
come già stabilito dalla Legge 53/2003 con il principio della personalizzazione dell’insegnamento. Secondo
tale Direttiva, superando la logica della certificazione clinica della disabilità, rientrano nella categoria degli
alunni con Bisogni Educativi Speciali anche gli alunni che presentano disturbi specifici dell’apprendimento
(DSA) e/o disturbi evolutivi specifici, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua
italiana perché appartenenti a culture diverse, e le situazioni di svantaggio economico, sociale e culturale,
accresciute in questi anni dalla crisi economica.

Il nostro Istituto Comprensivo ha da sempre sostenuto la "diversità", sia intesa come “diversa abilità” che
come varietà culturale, e continua ad impegnarsi a garantire ogni azione diretta alla piena integrazione di tutti gli alunni nella vita scolastica e sociale. L’offerta formativa pertanto propone a tutti gli alunni adeguati
strumenti di crescita, basandosi su alcuni principi fondamentali:
1. rispetto dei diversi tempi di apprendimento;
2. individualizzazione degli interventi;
3. sostegno allo studio;
4. coordinamento e flessibilità degli interventi.

L’inserimento e l’integrazione degli alunni BES costituisce un vantaggio sia per chi ha difficoltà particolari,
sia per i compagni, che hanno modo di acquisire e mettere in atto comportamenti e valori preziosi, dando un contributo fondamentale alla maturazione civile della società e allo sviluppo di migliori opportunità di vita e di inserimento sociale dei soggetti più deboli.

 L’Istituto, quindi, attraverso dei progetti mirati,  intende realizzare una “piena integrazione”, offrendo agli alunni in difficoltà e alle classi in cui sono inseriti speciali sostegni e servizi, in modo che ciascuno diventi parte integrante del gruppo classe e della comunità scolastica. Tutto ciò si realizzerà mediante un diffuso e capillare lavoro di rafforzamento della qualità professionale degli insegnanti specializzati e di quelli curriculari sulle problematiche legate alla disabilità, alle difficoltà di apprendimento e all’integrazione degli alunni stranieri al fine di realizzare “la scuola di tutti e per tutti”.

Inizio